LA COOPERATIVA, LE PERSONE, IL LABORATORIO

LA COOPERATIVA, LE PERSONE, IL LABORATORIO

rab-about-us-profili

La cooperativa Baracca onlus è nata il 17 marzo 2015 e ha come oggetto sociale l’inserimento lavorativo di persone con disabilità intellettiva. Attualmente è composta da 8 soci di cui 3 volontari e 5 lavoratori. La volontà è quella si di generare lavoro ma anche di promuovere socialità, cultura, scambio, relazioni.

Le persone che ne fanno parte sono giovani con formazioni ed esperienze diverse, tutti accomunati dall’aver trascorso parte della propria crescita facendo volontariato in “Handicap …su la testa!”, un’associazione che lavora per l’integrazione sociale di persone con disabilità intellettiva attraverso attività ricreative.

 

SILVIA
30 anni. Ha paura di volare ma ha sempre la testa fra le nuvole. Questa qualità le permette di avere moltissime idee nuove e di respirare sempre un’aria pulita.


FABIO

la pazienza, 33 anni. Ma anche Bubu, Kuoko, Bombaz, Beppis, Bonetti, ti che te tachet i tac, tacum i tac a mi. Mi tacat i tac a ti? Tacheti ti i to tac, ti che te tachet i tac.


ERICA
21 anni. Bella decisa e impegnata, le sue principali mansioni sono tenere alto il testosterone circostante al fine di incrementare la clientela e aggiornare il resto del gruppo sul gergo giovanile. Balza e scialla!


ALICE
30 anni amante dei funghi di ogni forma e colore. Spesso nel tempo libero gira a piedi nudi sui bordi delle piscine per scoprirne di nuovi.

 

VALENTINA
33 anni. Donna eclettica e ricca di personalità. Grazie alla presenza di numerose Valentine nello stesso corpo le è stata conferita una laurea ad honorem come mediatrice culturale.


FABRIZIO

38 anni ma ne dimostra 45. Uomo sensibile, gran lavoratore e fumatore. Lui con il tabacco ci esce a cena.


ANDREA

27, uomo di bella presenza, si diletta con trasporto e giubilo in pubbliche relazioni, anche da solo davanti allo specchio.


ANDREA
27. Da sempre impegnato nella lotta per l’aiuto degli emarginati e dei migranti. Tanta è la forza di volontà di superare le barriere linguistiche che spesso conia nuovi termini o espressioni, tra le tante ricordiamo il preziosissimo “jolly nella manica”.

 

 

Il laboratorio baracca, tenuto da volontari e ragazzi di “Handicap ..su la testa!”, proseguirà in chiave esperienziale e formativa presso il Rab organizzando mensilmente degli aperitivi con evento.

vedi calendario

Crediamo che qualsiasi forma di discriminazione sia un enorme limite per la crescita emotiva culturale ed intellettuale della persona, anche per questo è nato Rab.